Niente Internet. Così il mondo esterno è vietato, precluso anche all’immaginazione. Ogni contatto con l’esterno è un miraggio desiderato. E’ il carcere dove ciò che risulta scontato nella vita della società libera diventa irraggiungibile. L’impossibilità di accedere a internet, impensabile per le persone di oggi, è uno dei più evidenti elementi di differenziazione tra la vita dentro e fuori gli istituti di pena.

Il Blog di FuoriRiga nasce per rimettere in comunicazione due contesti lontani e forzatamente separati – l’interno e l’esterno di un carcere – in un tempo in cui ogni distanza sembra abolita dalla rete.

Questo sito raccoglie le riflessioni dei minori e giovani adulti reclusi nell’Istituto penale di Roma e si costituisce come un luogo neutro di dialogo fra mondi separati. Come uno spazio di confronto, tra interno ed esterno, a partire da “azioni culturali” comuni: lettura, scrittura e riflessione.

Come funziona

I detenuti non hanno accesso alla rete per questo gli operatori di FuoriRiga svolgono un ruolo di intermediari nello scambio e nella comunicazione tra interno ed esterno. Periodicamente, l’associazione raccoglie gli scritti che i detenuti hanno elaborato individualmente o durante attività laboratoriali e li trascrive nel web. Nel rispetto delle esigenze di sicurezza della struttura, i detenuti ricevono, tramite FuoriRiga, i messaggi di chi ha voluto interagire con loro attraverso il web. Interlocutori privilegiati sono i coetanei degli autori del Blog, coinvolti attraverso progetti che l’associazione porta avanti con le scuole della capitale.  

Leggi tutta l'introduzione

Commentare il Blog Dentro e Fuori nel carcere minorile di Roma

Commento a E tornammo a riveder le stelle di Miki, tratto dal Blog Dentro e Fuori curato dall’associazione Il Contesto all’interno della Casa circondariale di Torino. E tornammo a riveder le stelle Mentre percorro il lungo grigio corridoio verso la tanto sospirata uscita sento allontanarsi sempre di più il continuo vociare rimbombate che solitamente caratterizza […]

Commentare il Blog Dentro e Fuori nel carcere minorile di Roma

Commento a Brivido Effimero, di Bama, tratto dal Blog Dentro e Fuori curato dall’associazione Il Contesto all’interno della Casa circondariale di Torino. BRIVIDO EFFIMERO Quegli occhi da TAILANDESE mi rapirono. Ero giovane e pazzo come un cavallo. Mi sei entrata nel sangue, mi hai intossicato e il tuo sorriso mi ha aperto il PARADISO. Sono […]

A mio nipote

A mio nipote A te: perché quando ti ho visto per la prima volta ho sentito un’emozione fortissima. Quando la tua mamma ti ha lasciato a me, ho sentito che ti amavo Piccolo mio, sei la mia Vita Sei il mio piccolo principe. Sei tutto, per me: il mio sorriso e la mia felicità. La […]

A mio padre

A mio padre Tu che sei l’uomo della mia Vita e che mi hai dato la Vita. A te, che sei sempre presente e che mi aiuti nel momento del bisogno Tu sai riempire i miei giorni e sei l’Uomo più bello e più importante della mia vita senza di te, nulla avrebbe senso. Io […]

Il mio grande amore

Il mio grande amore Fino all’ultimo profondo angolino del cuore del nostro grande amore che dura da poco ma mi è bastato vorrei sedermi vicino a te in silenzio, ma non ne ho il coraggio: temo che il mio cuore mi salga alle labbra. Tremo al pensiero di baciarti T’adoro al pari del cielo notturno […]